Catering La Prima

MADRETERRA in sintesi.
IL problema principale per la maggior parte delle patologie che colpiscono l’uomo moderno è l’iperalimentazione, ovvero, la quantità giornaliera di calorie che somministriamo al nostro organismo, pensando ovviamente di fare la cosa giusta. Fin da piccoli bambini siamo abituati a pensare che “più mangiamo e meglio stiamo” ma soprattutto l’errore sta nel fatto, di aver ormai impostato una dieta giornaliera che nella maggior parte dei casi è basata per il 60-80% delle calorie assunte su carboidrati raffinati o complessi (pane, pasta, lieviti, ecc). Questo tipo di alimento, genera una serie di disturbi del metabolismo, tali da innescare sofferenze che a lungo andare diventano malattia. Questo vizio alimentare, ormai assai diffuso, è legato ad un errore di concezione dell’alimentazione, in quanto non sono più rispettati i criteri e canoni della vera ed unica dieta mediterranea. Ciò significa che nell’era moderna, l’uso smodato di alimenti di facile consumo, facile reperibilità e basso costo, hanno indotto il mercato alimentare a produrre un’enormità di alimenti a base di carboidrati raffinati – se fosse possibile fare un paragone con la vera dieta mediterranea, potremo constatare che i nostri nonni si nutrivano di alimenti, prevalentemente ottenuti dai territori su cui vivevano, con basso impatto ambientale e con enorme relazioni con le stagioni e conseguente elevata genuinità dei prodotti ottenuti, ma soprattutto non avevano a disposizione abbondanti quantità di cereali e farine, pertanto dovevano parsimonizzare l’uso di questi prodotti.

Cosa assai più importante è che ciò che usavano come farine per la lavorazione dei prodotti come pane, pasta, pizza, dolci e altro, aveva delle qualità organolettiche notevolmente più naturali ed equilibrate per il consumo umano. Quei frumenti da cui si ottenevano prodotti finali così genuini e altamente digeribili, sono oggi classificati come frumenti antichi, in grado di dare ottimi apporti nutrizionali con indici glicemici e glutinici assai bassi e ben tollerati dall’organismo umano. Tali qualità si evidenziavano come benefiche per la salute proprio perché quei prodotti non erano molto frequenti nella dieta e soprattutto erano di ottima qualità nutrizionale e digestiva.
Nel corso dell’evoluzione, lo zucchero fu a disposizione dei nostri progenitori sotto forma di frutta solo per pochi mesi all’anno …. o sotto forma di miele, difeso dalle api.
Di recente, invece, è stato aggiunto in quasi tutti gli alimenti industriali, limitando la scelta dei consumatori. 

La natura rese difficile accedere agli zuccheri, l’uomo l’ha reso facile.

I Catering MadreTerra sono ottenuti utilizzando SOLO ED ESCLUSIVAMENTE prodotti a chilometro zero, dall’origine controllata, sono privi di farine OO ed hanno un basso contenuto di zuccheri aggiunti . Una sfida che abbiamo scelto di accettare e che ha visto susseguirsi serie di fornitori e distributori,  schierarsi dalla nostra parte per facilitare la diffusione del MANGIARE BENE.

Pertanto nei nostri catering MADRETERRA  troverete: Carboidrati raffinati in tipologia di riso arborio (Alce Nero Bio), farine e prodotti derivati da frumento Senatore Cappelli (Az. Bioland BA.) – Ortaggi, frutta e uova tutte a Km 0, provenienti dall’azienda “Antico Orto” di Roma – Olio per frittura: girasole Bio – Gelati: provenienti dalla ditta “Stecco Natura”, con prodotti controllati e lavorati artigianalmente – Pasticceria:  crostate prodotte con farina Senatore Cappelli e Gentil Rosso, marmellate con ridotta quantità di zuccheri raffinati.

Le voci delle mamme

  • mamma di Margherita
    mamma di Margherita
    Azzurra è stata eccezionale ieri alla festa di complesanno di Margherita. Simpatica, coivolgente...
  • elisabetta
    elisabetta
    Simone é stato bravissimo! Ha saputo intrattenere 20 bambini di 7 anni vivacissimi!...
  • mamma di Paolo
    mamma di Paolo
    Mi avevano parlato delle feste del viandante in modo molto positivo ma affidarmi...

Alcune delle aziende che scelgono Le feste del ViAndante

alcune-delle-aziende-che-scelgono-Le-feste-del-ViAndante